Correlazione tra sottotipi di tumore al seno e età delle pazienti

Un gruppo di medici viennesi ha condotto uno studio retrospettivo per valutare l’influenza dei sottotipi di tumore sulla progressione del carcinoma mammario e in particolare sullo sviluppo di metastasi al cervello in donne anziane.

Nel carcinoma mammario le donne con meno di 40 anni tendono ad avere un tasso di sopravvivenza inferiore rispetto a quelle più anziane. Questo risultato è imputabile alla maggiore frequenza di sottotipi di tumore aggressivi (ER/PR negativi, HER2 positivi o tumori di alto grado), mentre con l’età aumenta la frequenza di carcinomi luminali. Secondo l’analisi recentemente pubblicata su Breast Cancer Research Treatment, il carcinoma luminale rappresenta quasi il 70% dei casi di tumore al seno tra donne con più di 65 anni, mentre sono meno diffusi il sottotipo HER2 positivo (20%) e il triplo negativo (TNBC; 10%).

Tuttavia, il carcinoma HER2+ è risultato il sottotipo di cancro più aggressivo, con un tasso di ricaduta a 36 mesi pari al 36,1%, superiore a quello delle pazienti con TNBC (25,4%) o carcinoma luminale (14,5%).

Le donne con carcinoma HER2+ presentavano inoltre un tasso significativamente più alto di metastasi cerebrali (7,6% vs 3,4% per TNBC e 1,5% per carcinoma luminale), un fattore che insieme alla diagnosi di carcinoma metastatico è associato a una peggiore sopravvivenza.

Nonostante la disponibilità di terapie anti-HER2 sembra quindi che questo sottotipo di cancro sia la forma più aggressiva tra le donne con più di 65 anni, con bassi tassi di sopravvivenza globale e maggiore incidenza di metastasi cerebrali.

Gli autori suggeriscono che, come già accade per le pazienti più giovani, anche quelle anziane con carcinoma HER2+ debbano essere considerate ad alto rischio per lo sviluppo di metastasi cerebrali e non.

Al contrario, il sottotipo TNBC – che nelle donne giovani porta a un’alta incidenza di metastasi al cervello – nelle pazienti anziane non sembra essere associato a un rischio maggiore di metastatizzazione cerebrale, suggerendo quindi che questo tipo di metastasi potrebbe essere correlato solo al sottotipo HER2+.

Secondo gli autori le ricerche future dovranno focalizzarsi sullo sviluppo di nuove terapie anti-HER2+ e indagare se la biologia del TNBC sia effettivamente diversa per le donne anziane rispetto a quelle più giovani.

Fonte: Bergen ES, Tichy C, Berghoff AS, et al. Prognostic impact of breast cancer subtypes in elderly patients. Breast Cancer Res Treat. 2016 [Epub ahead of print]

Lascia un commento